venerdì 11 marzo 2011

RAGU’ DI CARNE

Ispirata al romanzo “LA REGINA DELLA CASA” di SOPHIE KINSELLA

“Samantha, tu non prenderai appunti” dice, “per cucinare non serve scrivere. Serve assaggiare. Sentire. Toccare. Odorare”.
“Giusto”. Annuisco con aria intelligente.
Devo ricordarmelo. Svito il cappuccio della stilografica e annoto: “cucinare = assaggiare, sentire, odorare, ecc.” Richiudo la penna e alzo lo sguardo. Iris mi sta osservando incredula.
“Assaggiare”. Ripete, togliendomi di mano carta e penna. “Non scrivere. Devi usare i sensi. L’istinto.”
Solleva il coperchio di una pentola che borbotta piano sul fuoco e vi immerge un cucchiaio. “Assaggia questo”
Guardinga, mi porto il cucchiaio alla bocca.
“Ragù” dico, immediatamente, “Delizioso” aggiungo, educata.
Iris scuote la testa. “Non dirmi cosa pensi che sia. Dimmi che gusto senti.”
La guardo, perplessa. Questa è sicuramente una domanda trabocchetto.
“Sento il gusto di…ragù”.
La sua espressione non cambia. Attende un’altra risposta.
“Carne?” azzardo.
“Cos’altro?”
Ho la testa vuota. Non mi viene in mente altro. Voglio dire è ragù. Cos’altro si può dire?...
“Assaggialo di nuovo…e questa volta chiudi gli occhi.”…..

Apro gli occhi un po’ disorientata. Iris mi sta guardando. Alle sue spalle Nathaniel sta osservando la scena. Nel vederlo mi innervosisco un po’. Assaggiare ragù con gli occhi chiusi è una cosa abbastanza intima”.

INGREDIENTI: 1 kg di carne trita mista (se è troppo magra aggiungere un po’ di salsiccia), 2 carote, 2 gambi di sedano, 1 cipolla, 3 spicchi di aglio, 1 bicchiere di vino rosso, 2 foglie di alloro, qualche rametto di timo, 2 l di salsa di pomodoro, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

Rosolare in ½ bicchiere d’olio la carota, il sedano e la cipolla precedentemente lavati e tritati, quando saranno morbidi e la cipolla sarà trasparente, aggiungere l’aglio, l’alloro e il timo, quindi la carne. Rosolarla bene, aggiungere il vino e farlo evaporare. Salare e pepare.
Aggiungere il pomodoro e far sobbollire per circa 2 ore. Alla fine regolare di sale e pepe.

5 commenti:

Valentina

amo leggere e amo cucinare... che bel post che unisce entrambe le cose...

alex

Grazie Vale, a me piacciono molto anche i film dove ci sono riferimenti, in qualche modo, culinari, e a te? per esempio Chocolate, Il pranzo di Babette...
Ciao, Alex

Terry

ciao ho trovato il tuo blog per caso t ho aggiunta al mio sei davvero brava :) baci terry

Alex

Grazie Terry, sei molto gentile, vengo presto a trovarti. A presto Alex

Valentina

scusami non avevo notato che mi avevi risp... hai mai letto "qualcosa di buono"? di sveva casati modigliani... e dopo aver visto "ratuille" ho creato la mia Ratatuille... e la lista dei film è lunghissima e dopo averli visti la voglia di cucinare e il piacere nel farlo aumentano

Frullato di ricette   © 2008. Template Recipes by Emporium Digital

TOP